Pat rilascia la versione 3.0 della soluzione NetworkDiscovery

La nuova versione rende migliore e più efficace la gestione della rete aziendale grazie anche all’integrazione nativa con HelpdeskAdvanced (HDA®)

 

 Montebelluna (TV), 10 giugno 2010Pat, azienda italiana specializzata nella progettazione e nello sviluppo di soluzioni software per le imprese, presenta al mercato di riferimento la nuova versione 3.0 di NetworkDiscovery, la soluzione evoluta che effettua in maniera efficace l’inventario e l’analisi delle risorse hardware, software e licensing di un’azienda.

NetworkDiscovery permette un controllo accurato e dettagliato di tutto l’hardware e il software installato in azienda confrontando anche in maniera continuativa le licenze regolarmente acquistate: in questo modo è possibile ridurre in maniera significativa i costi di inventario e controllo dei computer e dei dispositivi aziendali, nonché prevenire il rischio di eventuali sanzioni amministrative.

Nella nuova release 3.0, NetworkDiscovery è integrata nativamente con la suite applicativa HelpdeskAdvanced (HDA®), la soluzione di punta di Pat pensata per ottimizzare la gestione di help desk, supporto ai clienti e customer care.  Grazie a tale integrazione nativa, sarà possibile arricchire e aggiornare in maniera regolare i dati relativi ai processi di gestione degli asset presenti nel repository HDA®, mettendo in evidenza i dati che hanno subito variazioni.

Grazie a un wizard e ad un’interfaccia grafica, semplice e adatta anche ai non esperti, NetworkDiscovery, che non necessita alcuna installazione di client sui singoli PC aziendali, è in grado di esplorare i computer con i più diffusi sistemi operativi, quali Windows, MAC e Linux.

NetworkDiscovery è così in grado di verificare per ogni singola macchina le caratteristiche hardware e software, programmando e organizzando in maniera automatica il polling delle informazioni tramite la funzione Scheduler. I monitoraggi possono avvenire secondo diverse modalità di ricerca (ad es. attraverso il nome del dominio o un intervallo di indirizzo IP, oppure con una ricerca focalizzata su hostname/IP) e incorporano anche innovative funzionalità di esportazione e reportistica supportando i più diffusi formati quali Excel, Pdf, Html, testo, XLM e Jpeg.

La nuova versione di NetworkDiscovery vanta anche una nuova applicazione, NDAgent (Network Discovery Remote Agent), pensata per risolvere le problematiche di scansione dei computer che sono quasi sempre disconnessi dalla rete aziendale e che possono connettersi in momenti non definiti, come ad esempio i computer portatili degli agenti commerciali, spesso fuori ufficio per appuntamenti.

L’applicazione è composta di due servizi: un servizio Web e un servizio Client. Nello specifico, il servizio Web, che si installa sullo stesso server su cui risiede anche NetworkDiscovery, prevede il punto di accesso dei Client quando gli stessi sono pronti per inviare le informazioni al server; il servizio Client, invece, garantisce un monitoraggio e una scansione in background dei computer analizzati e permette l’invio dei report nel momento in cui la connessione con il server si rende disponibile. I due componenti di NDAgent interagiscono e comunicano tra loro permettendo così sia di scaricare la versione più aggiornata dell’agente di scansione sia di inviare i report quando necessario.


A proposito di Pat

Pat è una società specializzata nella realizzazione e fornitura di soluzioni ‘customer-centric’ che consentono alle aziende di raggiungere gli obiettivi di customer acquisition e retention aumentando la produttività a fronte di una tangibile riduzione dei costi. Fondata nel 1992 da Patrizio Bof, attuale Presidente e Amministratore Delegato, Pat è oggi una società leader nella realizzazione di soluzioni CRM, con sede centrale a Treviso, uffici a Milano, Roma e Barcellona e una capillare rete di distributori in tutto il mondo.

Ulteriori informazioni sono disponibili all’indirizzo www.pat.it