Pat continua a crescere e investe nello sviluppo dell’area Marketing e Commerciale

Milano, 24 maggio 2012 – Con oltre 600 clienti, 15 mila licenze attive e una presenza in 12 paesi, grazie a una rete di Var e partner qualificati, Pat Group conferma il trend di crescita del fatturato a due cifre per il primo quarter dell’anno, con un aumento del personale sia a supporto della rete commerciale sia in ambito tecnico. Un risultato raggiunto in un momento importante della storia dell’azienda che, proprio quest’anno, festeggia 20 anni di attività.

Per consolidare il successo ottenuto, Pat ha deciso di avviare numerose iniziative. La principale novità riguarda il potenziamento dei nuovi uffici di Milano, strategico per rafforzare e sostenere le attività marketing e commerciali pianificate dall’azienda, e perché permetterà al team Sales di essere ancora più vicino alla maggior parte dei clienti, che vede su Milano la propria sede.

Lo sviluppo dell’area marketing e commerciale ha previsto anche l’ingresso, in particolare per gli uffici di Milano, di nuove figure professionali, e lo sviluppo di partnership con aziende leader, che permetteranno a Pat di raggiungere quei mercati, come ad esempio la pubblica amministrazione, dove l’azienda vuole maggiormente rafforzare la propria presenza.

Altro obiettivo di Pat per quest’anno è quello di sviluppare ulteriormente le proprie soluzioni in un’ottica 2.0, per aiutare le aziende a offrire ai propri clienti una customer experience di valore basata sulle nuove tecnologie, al fine di ottimizzare l’utilizzo del Web come canale strategico di interazione.

I risultati ottenuti ci hanno permesso di impegnarci su più fronti, e di avviare una serie di iniziative che riteniamo strategiche per rispondere con sempre maggiore puntualità alle esigenze dei nostri clienti”, ha dichiarato Patrizio Bof, AD e fondatore di Pat. “Il nostro obiettivo è quello di affiancare le organizzazioni come partner nello sviluppo di una customer experience multicanale, e di dare una risposta strutturata alla richiesta delle aziende di ottenere dai vendor del mercato IT un intervento più ampio, che vada al di là della sola implementazione di tecnologia”.